Giornata mondiale del libro 23 aprile 2017

Nell’anno 1616 il 23 aprile (circa) morivano 3 scrittori famosi, ragione per cui in questa data che è anche la festa di San Giorgio, patrono della città di Barcellona e della Catalogna, si festeggia la giornata del libro ad opera di un Editore che nel 1926 promosse questa ricorrenza che dal 1996  è mondiale.

La giornata del libro e del diritto di autore ricorda a tutti i lettori il lavoro che c’è dietro la produzione di un libro : scrittura, revisione, impaginazione, grafica, scelte produttive e di promozione di ogni opera. Tutto un insieme di professionalità che oggi sono spesso carenti anche se condotte da alcuni editori che per sopravvivere stampano tutto (tanto paga chi scrive il libro) senza più occuparsi di quel necessario filtro che dovrebbe fungere da selezione naturale. Ma questi sono tempi invisibili per un progresso culturale e molto probabilmente il brand che funziona è quello che si vuole far passare.

Tuttavia, da autrice, voglio sperare che questa giornata porti alla sensibilizzazione verso un gusto diverso, che prevarichi le mode e il tempo che viviamo, affondando le radici in quel tempo Eterno dove dovrebbero vivere tutti quei libri che, come cibo, si offrono nell’ascolto degli uomini.

Sono certa che arriverà quel giorno dove tutti potranno esprimere le qualità liberi di essere, senza più condizionamenti.

Condividi su:

Aggiungi Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *